Le piste ciclabili a Roma ci sono e non sono poi così poche.

La mobilità cittadina destinata alle due ruote può migliorare, soprattutto nelle zone periferiche, ma visto che su Roma sono segnalati circa 230 km di piste ciclabili, abbiamo deciso di raccontarvene alcune.

Alcune delle ciclabili, attraversano i punti più caratteristici della città, dalla periferia al centro di Roma ci sono percorsi destinati alle biciclette che passando per le ville o lungo il Tevere portano alla scoperta di angoli poco conosciuti della città.

Appia Antica – Parco degli Acquedotti.

Un circuito ad anello che parte dalla via più antica della capitale la via Appia Antica, che per alcuni tratti mantiene ancora gli originari grossi ciottoli e che accompagna dolcemente al Parco degli Acquedotti. Il percorso è di circa 7 km, di facile agibilità quindi adatto ai bambini e percorribile anche in piena estate per i molti tratti ombreggiati. Tutta l’area del parco è ciclabile ed il paesaggio in ogni punto è davvero unico, consigliamo di proseguire sul tratto della Via Appia Antica fino a raggiungere il Mausoleo di Cecilia Metella, una testimonianza della Roma antica.  Il sito www.parcoappiaantica.it offre informazioni utili sulle attrattive del parco. La zona è servita dalla metro B.

Prati – Flaminia.

Possiamo considerarla una delle ciclabili più utilizzate per chi vive e lavora in zona Prati, quartiere pieno di uffici e negozi. Partendo da Valle Giulia, sede della Galleria d’Arte Moderna e poco distante dal Museo Nazionale Etrusco la pista attraversa Lungo Tevere delle Armi, passa per Lungo Tevere della Vittoria, prosegue su Ponte Milvio per poi finire in zona Flaminia. Di facile percorribilità, questo percorso si presta a brevi soste di shopping e ristoro.

Villa Ada – Villa Borghese.

Villa Ada è il secondo parco più grande della città, un’oasi verde caratterizzata da un laghetto naturale. E’ molto frequentata  dai ciclisti che amano il cross country per via dei diversi percorsi che si arrampicano nel boschetto che sovrasta il parco. Da uno di questi itinerari si sbuca su Piazza Ungheria, da lì si prende la pista che entra a Villa Borghese, costeggiando le mura del Bio Parco. Tante cose da vedere come il romantico laghetto, il Museo Galleria Borghese con le opere del Bernini e Casanova, arrivare ad affacciarsi alla terrazza del Pincio e infine scendere giù fino a Piazzale Flaminio. Un bel giro che dalla periferia settentrionale vi porta al cuore della città. Se non avete una bicicletta niente paura perché proprio a Villa Ada è possibile noleggiarne una, di quelle prodotte da Ducati Energia  con la pedalata assistita e un sistema che fornisce info sulle calorie bruciate. Noleggiarla è facile occorreranno una carta di credito e un cellulare, per maggiori info www.bikesharing.roma.it.

La dorsale destra del Tevere.

Questa pista ciclabile è la più conosciuta e amata dai romani, corre lungo la riva destra del Tevere consentendo grazie ad alcuni ponti dotati di appositi scivoli per le biciclette, di fare incursioni in centro e poi rientrare con estrema facilità. Partendo da Ponte Margherita, quello all’altezza di Piazza del Popolo, si arriva a Ponte Garibaldi, ovvero all’ Isola Tiberina alle porte di Trastevere dove inutile dirlo troverete diverse osterie per gustare i piatti tipici della cucina romana e moltissimi siti culturali.

Qualche altra informazione utile per chi volesse visitare Roma nella piena libertà delle due ruote. La bicicletta può essere trasportata su metro A, B e la linea Roma – Ostia Lido, tutti i giorni dopo le ore 20 e per l’intera giornata di sabato e festivi, il supplemento per il trasporto della bicicletta è di 1,50€. Diverso è per le biciclette pieghevoli che non hanno limitazioni di trasporto né supplemento di costi. Qui alcuni numeri utili per noleggiare biciclette a Roma oltre al bike sharing già segnalato.

Quelle che abbiamo descritto sono solo alcune delle piste ciclabili che percorrono Roma, come riferimento per conoscerle tutte vi segnaliamo www.piste-ciclabili.com con percorsi aggiornati da chi li ha già provati.

Una raccomandazione però vogliamo farla, Roma è una città trafficata e caotica, alcune strade urbane del centro sono pericolose e purtroppo si sente ancora troppo spesso di incidenti mortali ai danni di ciclisti.  A Roma tenere massima prudenza e osservare le regole base della sicurezza in bicicletta possono non bastare, per cui meglio evitare le così dette strade killer super trafficate che costringono a fare lo slalom tra auto e pulmann, piuttosto preferite le piste ciclabili che come abbiamo visto non mancano!