10 cose da vedere a RomaRoma è una delle città più antiche al Mondo con tanti monumenti a testimoniare un passato glorioso, ci sono moltissimi luoghi da visitare e spesso per i turisti non è facile orientarsi.

Ecco una guida utile che descrive in breve i dieci siti turistici e culturali assolutamente da non perdere.

1. COLOSSEO –  FORI IMPERIALI – PALATINO

Simbolo della città eterna il Colosseo è un monumento unico della storia di Roma imperiale, è una delle attrazioni turistiche più visitate al mondo. Visitare il Colosseo al suo interno è un’esperienza davvero unica per chi la vive, un tuffo nella storia di Roma antica, l’esplorazione del più grande anfiteatro mai realizzato.

Il momento migliore per visitare il Colosseo è il primo pomeriggio, in particolare se il viaggio coincide con la stagione estiva, quando il sole inizia a scendere illuminando la pietra in modo particolare offrendo così uno spettacolo nello spettacolo.

Preso d’assalto dai turisti è necessario organizzare bene e per tempo la propria visita prenotando il biglietto on line, la validità è di due giorni e consente l’ingresso anche ai Fori Imperiali e al Palatino. Per apprezzare al meglio il Colosseo, la passeggiata ai Fori imperiali fra i resti di capitelli e colonne, per scoprire gli scavi della quasi intatta Basilica di Massenzio è consigliabile affidarsi ad una guida dedicata.

2. PANTHEON

Tempio per eccellenza, il Pantheon è un monumento imperdibile per chi è in visita nella capitale.  La facciata esterna cosi scura e sporca non ha nulla a che vedere con lo stupore che colpisce una volta dentro dove i turisti sono tutti con lo sguardo rivolto all’insù ad ammirare l’oculus, l’occhio dal dimetro di 9 metri da cui penetra la luce solare.

Tomba dei reali d’Italia, il Pantheon è bellissimo da visitare sia di giorno, quando il cono di luce illumina i marmi, sia la sera quando il profilo della sua pietra viene delineato dalle luci notturne della città.

La visita al Pantheon è gratuita ma con circa 3,50€ si può acquistare un’audio-guida per conoscerne la storia, è un luogo di culto e come tale va rispettato il doveroso silenzio.

Piazza della Rotonda offre molti ristoranti e bar dove cenare o prendere un aperitivo, c’è persino un Mac Donald’s per i più piccoli e tanti negozi di artigiani dove acquistare originali souvenir. Per i più golosi da provare la granita con la panna al caffè San Crispino oppure un buon gelato da Biancaneve a pochi passi.

Il Pantheon si trova proprio al centro della città e non ci sono mezzi diretti per raggiungerlo, suggeriamo un percorso a piedi  da Via del Corso, passando per il Senato e magari perdersi  per scoprire angoli nascosti di Roma.

3. PIAZZA NAVONA

Vivace ma discreta la piazza è racchiusa da una schiera di palazzi dall’architettura sobria ed elegante, come quelli della sede dell’Ambasciata del Brasile.

Piazza Navona è sempre affollata di gente che passeggia o si concede un drink ad uno dei tavolini dei molti caffè presenti, famosi ai turisti per essere piuttosto cari, ma la piacevole atmosfera che si respira fa presto dimenticare anche il conto più salato.

Da visitare anche la caratteristica Basilica di San’Agnese in Agone, la cui sagrestia è opera di Francesco Borromini rivale storico del più celebre Bernini.

Protagonista al centro della piazza è la Fontana dei Quattro Fiumi ennesima opera romana dello scultore Gian Lorenzo Bernini, una raffigurazione dei principali fiumi della terra fino ad allora conosciuti il Rio della Plata, il Danubio, il Nilo con il volto coperto e il Gange.

E’ frequentata in ogni stagione, in particolare a Dicembre con le tipiche bancarelle di oggetti natalizi fino al 6 Gennaio giorno per i romani della tradizionale passeggiata a Piazza Navona quando tutti, grandi e bambini si riuniscono per attendere l’arrivo della Befana.

4. FONTANI DI TREVI

L’immagine di Fontana di Trevi ha fatto il giro del mondo grazie al celebre film di Federico Fellini la Dolce Vita ed è per questo che ogni turista in viaggio a Roma va in cerca di questa meraviglia.

Imponente e maestosa la fontana è un’opera dello scultore Bernini che sembra dare vita nella pietra al Dio Nettuno trainato da due cavalli marini guidati da Tritone, lo scroscio continuo dell’ acqua e il tintinnio delle monete lanciate nella vasca come auspicio di tornare a Roma, sono il sottofondo di un luogo sempre animato di gente.

Ogni orario ha il suo fascino per visitarla, la mattina quando è scaldata dal sole e non è ancora molto frequentata, verso le dodici quando turisti e chi lavora nelle vicinanze si concede un panino sulle panchine che la circondano, o ancora la sera quando l’atmosfera si carica di magia e romanticismo.

Per una pausa veloce ma gustosa consigliamo di andare all’Antico forno che si trova proprio nell’angolo e assaggiare la pizza bianca ripiena di mortadella, un must consigliato da ogni romano.

Per lo shopping a pochi passi ci sono Galleria Alberto Sordi, Via Del Corso, Piazza San Silvestro e Via del Tritone da percorrere fino alla salita di Via Veneto.

5. BASILICA DI SAN PIETRO – CAPPELLA SISTINA

Conosciuta in tutto il mondo, la Basilica di San Pietro è il simbolo della Cristianità.

Da Via della Conciliazione si presenta sullo sfondo la magnificenza della sua architettura, camminando verso il centro della piazza si incontra il colonnato in un gesto quasi simbolico ad abbracciare  i pellegrini in visita alla Basilica. Sorpassando l’anello bianco raffigurato lungo il perimetro si entra senza accorgersene nello Stato di Città del Vaticano.

A terra ci sono da cui si ha un effetto ottico stupefacente. Le 284 colonne di marmo che circondano la piazza si sovrappongono dando vita ad una sola fila in linea perfetta, prova del genio di Bernini. In alto sulla facciata della Basilica le 140 statue dei Santi alte circa 3 metri che si erigono sopra le colonne come testimoni della cristianità.

All’interno della Basilica la Cupola di San Pietro, manifesto di bellezza universale ad opera di Michelangelo un effetto di colori, immagini e misticità che non si possono raccontare con le parole.

6. PIAZZA DI SPAGNA

Dalla scalinata di Trinità dei Monti si accede alla vivissima Piazza di Spagna luogo ideale per iniziare lo shopping tra le vie del centro. Alla fine della scalinata c’è la Fontana della Barcaccia realizzata da Bernini, raffigurante due soli dal volto umano che zampillano acqua.

Sui gradini c’è sempre molta gente seduta che si concede un sosta magari dallo shopping, turisti che mangiano, ragazzi che chiacchierano e tutto intorno il passaggio continuo da Via Condotti a Via del Babbuino fino al Via Del Corso dove ci sono boutique delle più famose marche della moda italiana.

7. CASTEL SANT’ANGELO

Fortezza in mezzo alla città eterna Castel Sant’Angelo è un luogo di indiscussa bellezza, situato a ridosso del Palazzo di Giustizia su Lungo Tevere Castello.

Voluto come sepolcro dall’imperatore Adriano, appartiene alla storia di Roma da oltre duemila anni, oggi museo nazionale è visitato con percorsi tematici che ne raccontano la storia e le trasformazioni che ha subito nel tempo.

La stagione estiva è la più ricca di appuntamenti, con concerti sinfonici all’interno delle sale e dei cortili a cielo aperto, suggestiva la passeggiata lungo la balaustra durante la quale si vede imponente la Cupola della Basilica di San Pietro.

E’ consigliabile una guida audio per capire e conoscere la storia di Castel Sant’Angelo così antico e infine salire sulla terrazza da cui è possibile ammirare un panorama mozzafiato della città.

8. CIRCO MASSIMO

Il più antico stadio di Roma, il Circo Massimo appare come un grande ovale verde tra i Colli Aventino e Palatino, un tempo era proprio li che i romani si radunavano per assistere alla corsa delle bighe. Ancora oggi dal lato di Caracalla sono visibili degli scavi che danno l’idea di quanto fosse imponente la sua struttura originaria.

Oggi il Circo Massimo è vissuto come una villa per attività di jogging e durante l’anno come location di alcuni eventi e manifestazioni sportive.

Non è molto frequentato dai turisti perché il sito non è abbastanza valorizzato dalla amministrazione capitolina, ma all’ora del tramonto sedendosi sul lato della collina che volge lo sguardo verso il Palatino si può godere di un’atmosfera davvero unica.

9. BOCCA DELLA VERITA’

A pochi passi da Circo Massimo in direzione del lungo Tevere, si trova la famosa Bocca della Verità, all’interno della Chiesta di Santa Maria in Cosmedin, l’ingresso è dalle 9.30 alle 16.50 ed è richiesta una libera donazione prima di scattare la foto di rito.

E’ chiamata Bocca della Verità per via una leggenda popolare, ai bugiardi la bocca mangia la mano! Una volta lì, consigliamo di costeggiare le mura e salire fino al Giardino degli Aranci per vedere i tetti di Trastevere e dare uno sguardo all’antica Basilica di Santa Sabina nel cuore dell’Aventino.

10. TERME DI CARACALLA

Relax e benessere erano importanti già in epoche lontane, come dimostrano le Terme di Caracalla, un complesso antichissimo risalente ai primi secoli dopo Cristo, sono nate come bagni termali, piscine in cui gli antichi romani si prendevano cura del corpo e si concedevano momenti di relax.  Si stima che i bagni potessero ospitare fino a 1700 persone.

Oggi le Terme Di Caracalla, che in alcuni punti mantengono ancora la loro struttura originale, sono un sito archeologico molto interessante da visitare e durante la stagione estiva fanno da scenario a concerti di Opere classiche.

Facilmente raggiungibile con la metro linea B fermata Circo Massimo, dove si trova inoltre la sede della FAO. Una volta usciti su strada, si attraversa per circa 700 metri via delle Terme di Caracalla, oppure con le linee bus 714 e 671, l’ingresso al sito è a pagamento.